Angelodiluce Risveglio
Ciao entra a far parte del nostro forum
Cerca
 
 

Risultati secondo:
 


Rechercher Ricerca avanzata

Statistiche
Abbiamo 40 membri registrati
L'ultimo utente registrato è Gallo Cedrone

I nostri membri hanno inviato un totale di 737 messaggi in 721 argomenti
Sondaggio
traduttore

L'arcangelo Raziel

Vedere l'argomento precedente Vedere l'argomento seguente Andare in basso

L'arcangelo Raziel

Messaggio Da raffaeled3 il Mar Lug 06, 2010 11:19 am

Gerarchia celeste: Cherubini
Virtù e doni:
Amore incondizionato,
bontà,
abbondanza di beni materiali,
benessere terreno,
ricompensa,
conoscenza suprema della Saggezza,
fortuna,
rapporti con i figli
Colore dell'aura: sconosciuto
Particolari: questo Arcangelo ci conduce alla conoscenza del vero Amore,
quello incodizionato. E' colui che fornsiesce la sorte propizia, e interviene
nei momenti più disperati, quando ormai una soluzione a problemi difficili
risulta insperata
Altri nomi conosciuti: Zaccael, Ratziel, Rehael
Forze della natura affidate: sconosciute
Vibrazione energetica nella Kabala: Ochmaha (Amore)



Detentore della Sapienza suprema.
Lui è l'Arcangelo che distribuisce fisicamente
l'abbondanza.
Ci farà provare il Vero Amore Universale.
Elargisce la ricchezza in denaro,
e nei beni materiali.
Tutto questo ha un preciso disegno sui piani
sovrumani divini.
Infatti, non concede questi doni casualmente.
Sono la ricompensa per quanta
Luce e amore abbiamo distribuito
ai nostri fratelli umani,
del regno animale, vegetale e minerale.
Tutte queste energie, la speranza, l'Amore senza secondi fini
con cui bagneremo l'umanità, verrà ricompensato
su questa vita e nelle vite successive,
anche con beni materiali.
E' un'ascesa continua verso la Luce.
Più si brilla e si infonde la forza delle vibrazioni della
fratellanza Universale, e più
Raziel ci ricopre di abbondanza.
Con quest'armonia di scambio e movimento
di energie, ci induce a comprendere
l'Amore della Fratellanza Cosmica.
Concede il benessere fisico e materiale
o la desolazione della vita impoverita.
Poichè la grande tragedia in una
creatura vivente è l'assenza di Amore.

Secondo la tradizione ebraica,
quando Adamo fu cacciato dal paradiso,
dovette immediatamente confrontarsi
con la malattia e fu proprio lui a fornire
al primo uomo un libro in cui erano menzionati
tutti i segreti delle erbe mediche del mondo,
con le quali anche oggi alleggeriamo i nostri dolori.

raffaeled3

Messaggi : 19
Data d'iscrizione : 28.04.10

Vedere il profilo dell'utente

Tornare in alto Andare in basso

Vedere l'argomento precedente Vedere l'argomento seguente Tornare in alto

- Argomenti simili

 
Permesso di questo forum:
Non puoi rispondere agli argomenti in questo forum