Angelodiluce Risveglio
Ciao entra a far parte del nostro forum
Cerca
 
 

Risultati secondo:
 


Rechercher Ricerca avanzata

Argomenti simili
    Statistiche
    Abbiamo 40 membri registrati
    L'ultimo utente registrato è Gallo Cedrone

    I nostri membri hanno inviato un totale di 737 messaggi in 721 argomenti
    Sondaggio
    traduttore

    MEDIANITÀ E TELESCRITTURA

    Vedere l'argomento precedente Vedere l'argomento seguente Andare in basso

    MEDIANITÀ E TELESCRITTURA

    Messaggio Da Angelodiluce il Ven Apr 30, 2010 2:54 am

    Cos'è la medianità? (1)


    Per comprendere cos'è la medianità è necessario riassumere alcune cognizione sui vari veicoli dell'uomo. Oltre al corpo fisico, strumento visibile che l'Ego usa per scopi materiali. L'uomo possiede un corpo vitale composto di etere, un corpo astrale (o emozionale) e una mente.
    Tutti questi veicoli (corpi) sono concentrici e sono interconnessi dell'uno entro l'altro, con i rispettivi Centri vitali (chakras) opportunamente allineati, che facilitano all'Ego la gestione dell'organismo nel suo insieme ed i processi vitali definiti ragionamento, parola e azione. L'Ego di un individuo vive entro tali veicoli, che si compenetrano l'un l'altro, e che utilizza per poter fare le necessarie esperienze nella scuola della vita.
    Nello stato di veglia l'Ego, il corpo mentale, quello astrale e quello vitale (eterico) interpenetrano il corpo denso e lo circondano per uno spazio di alcuni centimetri creando una nube di forma ovoidale detta "aura". Durante il sonno (quando il corpo denso dorme) avviene la separazione di alcuni veicoli. L'Ego e la mente, rivestiti con il corpo astrale, si ritirano fuori dal corpo denso e vi fluttuano sopra mentre questo giace sul letto. L'Ego con i suoi veicoli sottili resta comunque unito al corpo eterico ed al corpo fisico addormentato tramite una sottile funicella di colore argenteo.
    Subito dopo tale separazione ha inizio un processo di rigenerazione energetica del corpo astrale. Questo corpo, dopo esser stato rivitalizzato nel Mondo del Desiderio, può impartire energia al corpo vitale e questo, a sua volta, può iniziare a purificare il corpo denso eliminando i prodotti di rifiuto, per fare questo lavoro utilizza principalmente il Sistema Nervoso Simpatico. Ne risulta che al mattino, quando con il risveglio il corpo del desiderio, la mente e l'Ego ritornano nel corpo fisico, lo trovano restaurato e pieno di energia.
    Va notato come nella morte la separazione fra i corpi sia uguale a quella che avviene durante il sonno. I cosiddetti morti sono infatti costituiti dall'Ego, dalla mente e dal corpo del desiderio. Talvolta, per un certo periodo, essi rimangono coscienti del mondo materiale che hanno abbandonato. Vi sono anche alcuni defunti che si tengono aggrappati alla vita terrena e non si decidono ad apprendere le nuove lezioni loro spettanti, essi vengono definiti "spiriti erranti".
    Questi spiriti errati, non hanno più un corpo fisico ma desiderano ancora fare delle esperienze terrene, si servono perciò di quelle persone i cui corpi denso ed eterico hanno una debole connessione tra loro. Il grado di coesione fra questi due corpi non è infatti identico per tutti gli Ego. Le persone aventi i corpi denso e vitale più strettamente compenetrati sono i materialisti. Le persone, invece, che sono poco attaccate alla materia hanno generalmente una debole connessione e possono meglio rispondere ai mondi sottili. Ciò offre loro la possibilità di sviluppare alcune facoltà paranormali, però non sempre ciò accade in modo volontario ed autogestito.
    La scrittura automatica o telescrittura


    Articolo apparso su Rays of the Rose Cross (aprile/maggio 1988).
    Materiale gentilmente concesso dal sito www.studirosacrociani.com
    DOMANDA: può essere vero che la mente superconscia abbia a comunicarci attraverso la scrittura automatica, o medianica, che dir si voglia? Io ho un'amica che è una cristiana molto devota, una sera andai a visitarla e la trovai molto soddisfatta della giornata trascorsa, giudicata un vero successo. Ad un tratto pose il suo indice destro sul bracciolo della poltrona e chiese: "Sei d'accordo con me?". La risposta venne immediatamente; la mano muovendosi tracciò queste parole: "No, sei stata petulante questa mattina e piuttosto boriosa nel pomeriggio". Le chiesi allora se usava la scrittura automatica di frequente. Mi rispose che alle volte passavano delle settimane senza che ne usasse; la risposta era comunque immediata quando riteneva opportuno porre qualche domanda per cui desiderava un riscontro.
    RISPOSTA: no, noi non crediamo che la mente superconscia, o la memoria superiore, diano delle risposte attraverso la scrittura automatica. Nella "Cosmogonia dei Rosacroce" viene spiegato come la memoria superconscia sia l'archivio di tutte le facoltà e di tutte le conoscenze acquisite nelle vite precedenti, che sono però solo latenti nell'attuale incarnazione.
    Queste facoltà e conoscenze sono registrate in modo indelebile nello spirito vitale e si manifestano ordinariamente, seppur solo parzialmente, come coscienza e carattere. Esse costituiscono, e animano, delle forme pensiero che a volte agiscono come consiglieri ed in altri momenti ci costringono a fare delle azioni magari contrarie alla nostra ragione ed ai nostri desideri.
    In molte donne, il cui corpo vitale è positivo, ed in diverse persone il cui corpo vitale è stato sensibilizzato mediante una vita pura, di preghiera, e di concentrazione, la mente superconscia (inerente allo spirito vitale) riesce a volte a indurre un'azione senza che vi sia la necessità di dover passare attraverso al mente. Evitando tale passaggio essa riesce ad eliminare il pericolo che i processi di pensiero ne alterino le intenzioni primarie ed imprime se stessa direttamente sull'etere del corpo vitale.
    Tanto più noi riusciamo a recepire le direttive delle mente superconscia, ed a seguirne le direttive, tanto meglio potrà comunicare con noi indicandoci la via da percorrere per realizzarci spiritualmente. La scrittura automatica, così come le altre pratiche in cui l'individuo non ha il controllo della situazione, è da considerarsi una pratica negativa e pericolosa.
    Ogni volta che una persona permette ad una entità esterna di controllarla, non importa in quale misura, sta semplicemente creando i presupposti per un'eventuale forma di possessione. Pertanto l'uso della scrittura automatica, del "bicchierino" della "ouija board" (tavoletta con numeri e caratteri alfabetici), e delle altre pratiche similari è altamente pericolosa.
    La cosa più sicura da farsi è lasciare da parte tutti questi fenomeni di carattere negativo, e concentrare invece le nostre energie nel vivere pienamente la vita, ed eseguire quegli esercizi che ci aiutano ad aumentare la nostra volontà e le altre qualità positive. A tale proposito la concentrazione può essere considerata come una delle pratiche più consigliabili; dovrebbe perciò trovare uno spazio ben definito nella vita di ogni aspirante.
    Le vittime degli spiriti erranti (1)


    Se una persona di questo tipo presenta una debole volontà può infatti cadere sotto il dominio di altri (vivi o defunti che siano) e sviluppare tali facoltà in modo negativo. Essa diventa la vittima ambita di qualche spirito errante che, facendosi passare per una guida spirituale, aiutano le loro vittime a sviluppare qualità medianiche di trance o materializzazione.
    Il medium può essere considerato come un chiaroveggente involontario, o negativo, perché ha i corpi denso e vitale debolmente connessi ed è sotto il controllo di uno Spirito di basso livello facente parte del mondo astrale. Il rapporto tra questo spirito e il medium è simile a quello che si crea tra un ipnotizzatore e la sua vittima.
    Nel caso specifico del medium di trance, tutte le esperienze medianiche possono avvenire soltanto quando l'Ego del medium, rivestito dei corpi mentale e del desiderio, abbandona il corpo fisico incosciente e addormentato. A questo punto lo spirito errante, divenuto un vero e proprio spirito di controllo (detto anche spirito-guida), occupa il corpo ormai privo del suo legittimo proprietario.
    Lo spirito di controllo adopera il corpo fisico del medium e lo usa per i propri fini, talvolta con grande danno dei medium stesso. Per comprendere come ciò possa accadere si supponga, ad esempio, che tale spirito, durante la sua vita terrena, sia stato un libertino o dedito a droghe, in tal caso userà il corpo del medium per soddisfare i suoi desideri perversi.
    Non sempre i defunti sono liberi dai legami terreni (2)


    Naturalmente gli uomini, per la maggior parte, quando lasciano la terra non sono immediatamente liberi dai legami terreni: essi rimangono legati ai parenti, agli amici (o ai nemici !), ai luoghi, ai loro beni e, se non sono molto evoluti, se non hanno nel loro cuore, nella loro anima, il desiderio di scoprire altri spazi e di andare verso Dio, girano attorno a quegli esseri, a quelle case, a quegli oggetti. Sono anime erranti che soffrono e che non possono ancora liberarsi, benché degli spiriti luminosi vadano ad aiutarli. Invece coloro che sono già vissuti sulla terra nell'amore, nella luce e nelle virtù, abbandonano molto rapidamente il corpo e se ne vanno verso i mondi sublimi per immergersi nella felicità e nella gioia, da dove possono inviare correnti benefiche a quanti hanno lasciato in basso, per aiutarli e proteggerli, ma non ritornano mai verso di loro, non scendono come molti si immaginano. Dal momento che sono morti, sono molto lontani dalla terra e non vi ritornano.
    Direte: "Ma allora, come mai gli spiritisti credono di entrare in comunicazione con certi personaggi illustri del passato?" In realtà, non è con loro che comunicano, ma ecco che cosa accade. Quando l'essere umano si disincarna per passare nell'aldilà, la scia ancora sulla terra alcuni dei suoi rivestimenti. E' chiaro che non parlo di vesti fisiche, ma eteriche e astrali che fluttuano nell'atmosfera, impregnate di tutto ciò che l'essere ha vissuto. Sono come gusci e involucri vuoti, abbandonati dai loro occupanti, che possono essere animati, vivificati dai fluidi delle persone riunite nelle sedute spiritiche fatte allo scopo di evocare i morti. E, poiché in genere tali persone non sono molto evolute, non possono naturalmente liberare che fluidi di livello molto basso, impregnati di passioni, di sensualità e di bramosie. E questi fluidi attirano dai piani astrale ed eterico ogni genere di entità fluttuanti che non sono ancora state assorbite dal centro della terra.
    Lo spazio psichico che avvolge la terra viene naturalmente liberato da ciò che vi si trascina e che viene mandato verso il centro della terra; tuttavia certe entità inferiori, chiamate larve o elementali, vi rimangono ancora, e sono proprio quelle che appaiono spesso nelle sedute spiritiche per ingannare e fuorviare gli uomini. Ed esse non solo li confondono e li ingannano, ma li sfruttano anche, perché, per restare un po' di più in vita, assorbono la vitalità degli uomini.
    Gli spiriti più bassi hanno la facoltà di entrare in un medium e parlare in nome di chi desiderate: Mosè, Gesù, Giovanna d'Arco... Questa non è una dimostrazione della loro superiorità. Ad ogni modo, non è di certo un gruppo di persone frivole, curiose e sensuali, come le si trova in tante riunioni spiritiche, quello che attirerà degli spiriti evoluti. Tutto ciò che queste persone sono in grado di attirare è la marmaglia che popola l'astrale inferiore, cioè delle larve, dei rimasugli, delle ombre... In compenso, quando si riuniscono degli esseri puri, luminosi e disinteressati per pregare e inviare luce, possono manifestarsi tra loro delle entità veramente luminose, ma mai nel modo in cui gli spiriti si manifestano nei circoli di spiritismo.
    Non bisogna mai aprire finestre su mondi sconosciuti (1)


    Non saranno mai sufficienti le raccomandazioni relative al pericolo che si corre nell'abbandonare a uno spirito di controllo, oppure ad uno ipnotizzatore, il nostro corpo fisico; strumento di cui si deve avere massima cura in quanto è assai prezioso.
    Lo spirito errante è simile a un ipnotizzatore però, a differenza di questo, è completamente invisibile. Tale spirito, in genere, viene ritenuto dalle sue vittime un essere elevato, un Angelo, ed esse lo pensano non solo incapace di recare danno ma pieno di premure e desideroso di far conoscere qualche grande verità.
    Va invece sottolineato che nel processo chiamato "morte" non vi e nessun potere trasformante e quando un peccatore muore non diventa certamente un santo nello stesso modo come un ignorante non si trasforma in saggio. È una cosa assai triste, per il chiaroveggente esperto, vedere come gli spiriti-guida o di controllo, si impongono sulle loro incaute vittime che non possono distinguere, né capire, la vera natura di questi impostori, accettando le loro dolci frasi come fossero nettare di sapienza divina.
    Sebbene tali spiriti facciano cosa utile dando una dimostrazione inconfutabile della continuità dell'esistenza dello spirito dopo la morte, fanno tuttavia molto danno ai medium. In special modo gli spiriti erranti di bassa categoria, che esercitano questo controllo per avere un veicolo con cui soddisfare le viziose bramosie, o i loro istinti sessuali, arrecano al corpo del medium dei danni incalcolabili. Vi sono anche degli spiriti di elevata natura etica o di grande sviluppo spirituale che esercitino solo un controllo parziale sul medium, in questo caso il danno è molto minore.
    I medium di materializzazione (1)


    Nel caso dei medium che materializzano delle sostanze Questa situazione crea un gioco facile agli spiriti erranti, che possono utilizzare il suo corpo vitale, per compiere i cosiddetti fenomeni di materializzazione in cui appaiono delle sagome, vengono uditi dei rumori, o si produce il movimento di un tavolo, di un bicchierino, o di altri oggetti.
    Per poter creare questo tipo di fenomeni lo spirito di controllo pone la vittima in trance e gli estrae, tramite la milza, l'etere vitale. È proprio questo etere che viene utilizzato per la materializzazione di vari oggetti. Come abbiamo detto in precedenza, l'unica differenza fra un medium e una persona comune è una scarsa connessione tra i corpi denso e vitale. Questo debolezza consente allo spirito di controllo di estrarre, ed utilizzare, l'etere vitale del medium in modo quasi completo.
    Siccome il corpo vitale è il veicolo che fornisce l'energia vitale al corpo fisico, si comprenderà perché, nel momento della materializzazione, quando l'energia vitale viene utilizzata dallo spirito di controllo, perché il corpo fisico si rimpicciolisca; la pelle diventi bianca e la vitalità diminuisca notevolmente Terminata la manifestazione il corpo vitale ritorna nel corpo fisico del medium e questi si sveglia, siccome si sentirà molto spossato ricorrerà facilmente a bevande alcoliche per riprendere forza. In questi casi si la salute del medium si deteriorerà ulteriormente ed egli finirà per diventare un rudere.
    I medium diventano succubi e deboli (1)


    Purtroppo quando il medium ha concesso allo spirito di controllo di utilizzare il suo corpo fisico e quello eterico diventa succube e debole, cosicché, anche se cercasse di impedire allo spirito di controllo di servirsi nuovamente del suo corpo, constaterà di non avere sufficiente forza per impedirglielo.
    Purtroppo la grande maggioranza dei medium è inconsapevole dei pericoli cui vanno incontro; pericoli che continuano anche dopo la morte del loro corpo fisico. Dopo la loro morte, infatti, lo spirito di controllo potrà ancora utilizzare il loro corpo astrale così come lo utilizzava mente erano in vita.
    Quando il medium muore ed il suo spirito si trova di fronte allo spirito di controllo, i pericoli sono infatti ancora maggiori. Si conoscono dei casi in cui il medium ha cercato di ripudiare la sua guida e di liberarsene, senza però riuscirvi: si trovava debole e indifeso nei suoi confronti.
    Alcuni medium hanno confessato di essere stati irresistibilmente spinti da questi spiriti a compiere azioni criminose o al suicidio. Essi hanno detto d'aver a lungo implorato d'essere lasciati in pace ma inutilmente; raramente si è udito che queste guide abbiano mostrato pietà. Una volta che la persona diventa medium non esiste più alcuna scappatoia; non può più impedire che lo spirito-controllo utilizzi il suo corpo.
    Fintanto che il medium è docile e obbediente al volere dello spirito di controllo, tutto scorre bene, ma se protesta o disobbedisce, si accorgerà presto che questi lo domina e che non soltanto ha le redini in mano ma le usa spietatamente. Tali spirito possono esercitare un simile controllo perché sono in grado di estromettere i corpi superiori e lo spirito del medium, prendendone poi completo possesso dei corpi inferiori (fisico e vitale). Inoltre, quando lo spirto di controllo si ritira, porta con sé una parte del corpo vitale del medium, cosa che gli consente di dominarlo completamente.
    In alcuni casi lo spirito di controllo non si accontenta di prendere in prestito i veicoli inferiori, ma se ne impossessa scacciandone il proprietario. In questo caso subentra la cosiddetta "possessione". Una persona ossessionata è facilmente riconoscibile perché la sua pupilla non si contrae né si dilata sotto l'azione della luce o della distanza. Solo il legittimo padrone di un corpo può far funzionare e muovere gli occhi; nel medium sono infatti chiusi e lo sguardo è fisso e vitreo.
    Proteggete la vostra dimora (4)


    Se osservate la natura, potrete constatare che tutte le creature si procurano una dimora che difendono gelosamente. Gli uccelli si costruiscono nidi, altri animali si scavano una buca, una tana, un rifugio, e guai se un altro cercasse di invadere il loro spazio. L'ingresso è vietato. È stata l'Intelligenza cosmica a spingere tutte le creature a riservare nell'universo un piccolo spazio per sé, spazio del quale altri non hanno il diritto di impossessarsi: essa ha voluto così garantirgli pace e tranquillità per mettere al mondo la loro progenie. Questa è la legge (...).
    Negli ambienti dove vivono gli uomini vi sono milioni e miliardi di entità che vanno e vengono, circolando senza che nessuno se ne accorga. Se non fate nulla per impedir loro quell'andirivieni gli esseri inferiori, trovando la porta aperta, possono venire a derubarvi o a commettere altri guai, e non potrete nemmeno lamentarvi presso la Giustizia divina, perché vi risponderebbe: "È colpa vostra, avreste dovuto affiggere un cartello: Vietato l'ingresso, oppure tendere almeno simbolicamente un sottile filo metallico. Se la vostra vigna non è ben cintata, non meravigliatevi se dei malintenzionati verranno a impadronirsi della vostra uva".
    Lo stesso discorso vale anche per i vostri cuori, le vostre anime e i vostri spiriti; se rimanessero aperti ai quattro venti senza essere né consacrati, né protetti, né circondati da una barriera di luce, gli spiriti tenebrosi, cioè gli indesiderabili, avranno il diritto di entrare, di combinare dei guai e di andarsene portando con loro tutti i vostri tesori. Non li si potrà punire, perché spettava al proprietario prendere le dovute precauzioni.
    Come in passato le città e i castelli venivano protetti da mura e da fossati pieni d'acqua, così anche il discepolo deve elevare in sé dei muri, delle barriere e delle fortificazioni. Non avevate mai riflettuto su questo aspetto? Pare di no, perché siete costantemente esposti all'andirivieni degli indesiderabili, e poi vi lamentate di essere stati svaligiati o di sentirvi tristi, infelici ed esauriti.
    Guardate che cosa avviene nella natura: tutte le creature sono diffidenti. Gli uccelli, gli animali selvatici e gli insetti, tutti elevano attorno alle loro dimore delle difese, per impedire di essere scovati e catturati. Come mai soltanto l'uomo è tanto ingenuo da credere che nessun nemico lo possa minacciare e di poter essere risparmiato? L'uomo si protegge soltanto sul piano fisico, mentre è proprio nel piano invisibile che corre i maggiori rischi.
    C'è chi si chiede come sia possibile che il Signore consenta agli spiriti del male di penetrare in loro e perché non faccia nulla per proteggerli... Che domanda! Se non provvedono loro a proteggere se stessi perché lo dovrebbe fare il Signore? Sono regole queste che vanno apprese e tutti le dovrebbero conoscere! Infatti l'uomo ha tutti i poteri per opporsi, per dire "no" agli spiriti delle tenebre, ma è lui stesso che lo deve dire, poiché nessun altro lo potrà fare al suo posto.
    Un pensiero di Giuditta Denbech (5)


    La medianità cammina sull'orlo di un baratro in cui luce e tenebra si confondono. La collaborazione con le schiere celesti non ricorre a mezzi pericolosi e rudimentali come la trance ad ogni livello, la telescrittura, il ricevimento di messaggi medianici, la manifestazione del cosiddetto "spirito guida". La collaborazione con gli Angeli è tutt'altra cosa, infinitamente lontana da questi ingannevoli espedienti.
    Se vi è chiaro questo concetto, proseguite serenamente con la lettura, se pensate di poter sovrapporre attitudini e pratiche medianiche al lavoro da svolgere con gli Angeli, meglio chiudere queste pagine e dedicarvi a qualche altra attività meno pericolosa. Pericolosa per voi, naturalmente.
    Mi permetto di ricordarvi, (ma lo farò in molte occasioni, a costo di ripetermi) che entità oscure sono sempre all'ascolto di ogni richiesta umana, e leggono perfettamente nella mente e nel cuore di ogni individuo. Se trovano una zona d'ombra dovuta ad egoismo o ambizione o secondi fini, s'insinuano abilmente con aspetti rassicuranti e voci flautate. Rammentiamo che alle forze dei piani extraumani, noi non possiamo nascondere nulla, nel bene e nel male.
    Da tutto ciò dovremmo impare che... (1)


    La lezione che dobbiamo trarre da queste conoscenza è che dobbiamo conservare il dominio completo sui nostri veicoli e mai, per nessuna ragione, dovremmo consentire a farci ipnotizzare o controllare esternamente. E nemmeno dobbiamo assistere a sedute spiritiche o a dimostrazioni ipnotiche perché l'atteggiamento negativo che assumeremmo in tali circostanze ci renderebbe vulnerabili al controllo degli spiriti erranti.
    Il nostro motto deve essere: AUTODOMINIO E NON DOMINIO SUGLI ALTRI

    Angelodiluce
    Admin

    Messaggi : 601
    Data d'iscrizione : 28.04.10

    Vedere il profilo dell'utente http://angelodilucerisvegli.forumattivo.info

    Tornare in alto Andare in basso

    Vedere l'argomento precedente Vedere l'argomento seguente Tornare in alto

    - Argomenti simili

     
    Permesso di questo forum:
    Non puoi rispondere agli argomenti in questo forum